Discussion:
prolemi hw
(too old to reply)
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-21 20:07:33 UTC
Permalink
Ciao a tutti,
da un paio di giorni ho il pc che mi da qualche noia. Piu' o meno in ordine mi e' successo:
- al boot, dopo aver fatto il log-in, kde si blocca e non c'e' piu' verso di fare nulla: non riesco a passere ad una console (ctrl+alt+F1), a killare X (ctrl+alt+backspace), niente, unica possibilita' il tasto di spegnimento;
- un paio di volte al boot mi e' uscito un kernel panic che diceva piu' o meno
code: bad EIP value
EIP:[<0016e3fc>] 0x16e3fc SS: ESP 0068:c033be78
kernel panic - not syncing: fatal exception in interrupt
- ho provato a far partire 3-4 volte il pc con una knopils; il pc si accende, riesco a montare tutte le partizioni, a vedere i dati, ecc..; se faccio un fsck sulle partizioni (fsck.ext3 -cvf /dev/hdax) di hda e poi riavvio il pc (non da live-cd) il sistema (debian testing-unstable) riparte e funziona solo la prima volta, se spengo e riaccendo, dopo il log-in, si blocca tutto di nuovo;
- una volta facendo il fsck di hda7 (dove ho /usr) fsck ha trovato 9 bad blocks con degli inode cui si riferivano piu' file (tutta roba di openoffice, inerente la localizzazione spagnola e di un altro stato) che pero' ha corretto; ripetendo il fsck non ho piu' avuto report di errori;
- ho avuto qualche problema nel bios a riconoscere correttamente i dischi master e slave; nel senso che se il master (ho dischi PATA) lo metto non sulla piattina terminale ma su quella prima il bios non mi riconosce il master e mi indica come maste lo slave (ma forse qui sono io a sbagliare e ha ragione il pc);
- se entro nel bios e vado nella sezione hardware monitor dove posso vedere temperature ecc.. il pc si blocca e devo riavviare; e questo mi spaventa un po';
- nel dubbio che il mio hda fosse un po' andato ho provato anche a cambiarlo con uno sul quale non ho alcun dato ma durante la procedura di installazione di debian subito dopo aver definito le partizioni di hda inizia a scrivere la tabella delle partizioni e si blocca tutto.

Questo un po' il riassunto. Chiedo qualche nume.
All'inizio pensavo di avere qualche problema con il mio vecchio hd, ma a parte l'unica volta che fsck mi ha dato dei bad blocks non ho avuto problemi e se lo attacco ad una interfaccia per usb da un secondo pc riesco a vedere tutti i dati, leggere, scrivere ecc., quindi non credo che il problema sia l'hd. Pero' qualche dubbio ce l'ho. Altra possibilita' e che sia la scheda madre o il processore a darmi noia per via del fatto che quando entro nel hardware monitor del bios mi si blocca tutto. Se e' la scheda madre a darmi noie come posso fare per capirlo?

Grazie, Mirko.



----------------------------------------------------------------------------
DEXGATEMICRO il centralino VoIP multifunzione per l'azienda.
Prova gratuita per 4 utenti!


Scopri tutte le funzionalita' sul sito Dexgate.com
----------------------------------------------------------------------------
Andrea Zuech
2007-11-21 20:25:17 UTC
Permalink
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+***@public.gmane.org ha scritto:
[...]
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- ho avuto qualche problema nel bios a riconoscere correttamente i dischi master e slave; nel senso che se il master (ho dischi PATA) lo metto non sulla piattina terminale ma su quella prima il bios non mi riconosce il master e mi indica come maste lo slave (ma forse qui sono io a sbagliare e ha ragione il pc);
- se entro nel bios e vado nella sezione hardware monitor dove posso vedere temperature ecc.. il pc si blocca e devo riavviare; e questo mi spaventa un po';
- nel dubbio che il mio hda fosse un po' andato ho provato anche a cambiarlo con uno sul quale non ho alcun dato ma durante la procedura di installazione di debian subito dopo aver definito le partizioni di hda inizia a scrivere la tabella delle partizioni e si blocca tutto.
Questo un po' il riassunto. Chiedo qualche nume.
All'inizio pensavo di avere qualche problema con il mio vecchio hd, ma a parte l'unica volta che fsck mi ha dato dei bad blocks non ho avuto problemi e se lo attacco ad una interfaccia per usb da un secondo pc riesco a vedere tutti i dati, leggere, scrivere ecc., quindi non credo che il problema sia l'hd. Pero' qualche dubbio ce l'ho. Altra possibilita' e che sia la scheda madre o il processore a darmi noia per via del fatto che quando entro nel hardware monitor del bios mi si blocca tutto. Se e' la scheda madre a darmi noie come posso fare per capirlo?
Grazie, Mirko.
Mi preoccupa il blocco del bios: che computer hai?
Con una descrizione dell'hardware posso cercare meglio, con queste
indicazioni soltanto mi viene in mente un guasto ai condensatori, che
possono creare instabilita' in condizioni particolari.
Scollega il cavo di alimentazione del pc, apri il case e osserva i
condensatori vicino al processore, al chipset e alle memorie: se sono
rigonfi o perdono l'elettrolita (pozza color marrone scuro), sono andati.
Un mio conoscente aveva una scheda madre socket A con un Atlhon XP
2500+: il pc freezava in occasioni particolari, come aprire una cartella
piena di file o collegare il modem usb. Aperto il case, noto i
condensatori gonfi: alla fine l'ha sostituita e sono scomparsi i problemi.

Scrivi la tua configurazione.
Andrea
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-21 20:56:07 UTC
Permalink
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
[...]
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- ho avuto qualche problema nel bios a riconoscere correttamente i dischi
master e slave; nel senso che se il master (ho dischi PATA) lo metto non sulla
piattina terminale ma su quella prima il bios non mi riconosce il master e mi
indica come maste lo slave (ma forse qui sono io a sbagliare e ha ragione il
pc); > - se entro nel bios e vado nella sezione hardware monitor dove posso
vedere temperature ecc.. il pc si blocca e devo riavviare; e questo mi spaventa
un po'; > - nel dubbio che il mio hda fosse un po' andato ho provato anche a
cambiarlo con uno sul quale non ho alcun dato ma durante la procedura di
installazione di debian subito dopo aver definito le partizioni di hda inizia a
scrivere la tabella delle partizioni e si blocca tutto. >
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Questo un po' il riassunto. Chiedo qualche nume.
All'inizio pensavo di avere qualche problema con il mio vecchio hd, ma a parte
l'unica volta che fsck mi ha dato dei bad blocks non ho avuto problemi e se lo
attacco ad una interfaccia per usb da un secondo pc riesco a vedere tutti i
dati, leggere, scrivere ecc., quindi non credo che il problema sia l'hd. Pero'
qualche dubbio ce l'ho. Altra possibilita' e che sia la scheda madre o il
processore a darmi noia per via del fatto che quando entro nel hardware monitor
del bios mi si blocca tutto. Se e' la scheda madre a darmi noie come posso fare
per capirlo? >
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Grazie, Mirko.
Mi preoccupa il blocco del bios: che computer hai? Con una descrizione
dell'hardware posso cercare meglio, con queste
indicazioni soltanto mi viene in mente un guasto ai condensatori, che
possono creare instabilita' in condizioni particolari.
Scollega il cavo di alimentazione del pc, apri il case e osserva i
condensatori vicino al processore, al chipset e alle memorie: se sono
rigonfi o perdono l'elettrolita (pozza color marrone scuro), sono andati.
Un mio conoscente aveva una scheda madre socket A con un Atlhon XP
2500+: il pc freezava in occasioni particolari, come aprire una cartella
piena di file o collegare il modem usb. Aperto il case, noto i
condensatori gonfi: alla fine l'ha sostituita e sono scomparsi i problemi.
Scrivi la tua configurazione. Andrea
--
Configurazione hw:
- K7 266MHz su scheda microstar MS-6380 K7T266 Pro2 ATX socketA e 2 banchi di memoria DIMM 256Mb DDR PC266;
- lo stato "apparente" della scheda madre e' buono: pulito (no polvere), condensatori non rigonfi, nessuna pozza marrone dovuta all'elettrolita.
- un anno fa circa ho aggiornato il firmware del bios perche' avevo messo una ventolina di raffreddamento della cpu a basso numero di giri e il bios mandava in allarme la macchina perche' pensava che la ventola non funzionasse, ma aggiornato il firmware risolto (e poi e' un operazione che ho fatto un anno fa o piu').

Mirko.




----------------------------------------------------------------------------
DEXGATEMICRO il centralino VoIP multifunzione per l'azienda.
Prova gratuita per 4 utenti!


Scopri tutte le funzionalita' sul sito Dexgate.com
----------------------------------------------------------------------------
Andrea Zuech
2007-11-21 22:03:46 UTC
Permalink
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Mi preoccupa il blocco del bios: che computer hai? Con una descrizione
dell'hardware posso cercare meglio, con queste
indicazioni soltanto mi viene in mente un guasto ai condensatori, che
possono creare instabilita' in condizioni particolari.
Scollega il cavo di alimentazione del pc, apri il case e osserva i
condensatori vicino al processore, al chipset e alle memorie: se sono
rigonfi o perdono l'elettrolita (pozza color marrone scuro), sono andati.
Un mio conoscente aveva una scheda madre socket A con un Atlhon XP
2500+: il pc freezava in occasioni particolari, come aprire una cartella
piena di file o collegare il modem usb. Aperto il case, noto i
condensatori gonfi: alla fine l'ha sostituita e sono scomparsi i problemi.
Scrivi la tua configurazione. Andrea
--
- K7 266MHz su scheda microstar MS-6380 K7T266 Pro2 ATX socketA e 2 banchi di memoria DIMM 256Mb DDR PC266;
- lo stato "apparente" della scheda madre e' buono: pulito (no polvere), condensatori non rigonfi, nessuna pozza marrone dovuta all'elettrolita.
- un anno fa circa ho aggiornato il firmware del bios perche' avevo messo una ventolina di raffreddamento della cpu a basso numero di giri e il bios mandava in allarme la macchina perche' pensava che la ventola non funzionasse, ma aggiornato il firmware risolto (e poi e' un operazione che ho fatto un anno fa o piu').
Mirko.
Mi spiace, pare che la K7T266 Pro2 monti condensatori inaffidabili: ho
trovato i commenti di un possessore (con foto) su BadCaps.net [1] e una
lista di schede madri e marchi di condensatori sospetti sul sito di un
riparatore canadese [2].

Se e' vero che altri componenti possono contribuire all'instabilita', i
sospetti sulla scheda madre sono giustificati: purtroppo non tutti i
condensatori guasti hanno segni visibili, per esserne certo dovresti
misurarne l'esr (un parametro che indica la loro resistenza equivalente).

In alternativa, esegui dei test incrociati: l'ideale sarebbe testare per
prima la scheda madre (se conosci qualche possessore di una scheda madre
socket A funzionante, potresti chiederla in prestito) per escluderla o
confermarla.
Se i problemi persistono dopo il cambio della scheda madre, il colpevole
e' un altro: in ordine di probabilita', alimentatore (erogazione
instabile o condensatori guasti pure lui), ram (provarle una alla volta
per un paio di cicli di Memtest86+ [3]) e, a cascata, gli altri componenti.

Se, invece, scopri (come sospetto) che i condensatori sono guasti, puoi
sostituire questi o l'intera scheda: per i primi, devi identificare i
pezzi guasti e avere dei sostituti di buona marca (non quelli recuperati
da schede a loro volta affette dal problema), un saldatore, una pompetta
aspirante e mano ferma per seguire le istruzioni su BadCaps [4].
Se vuoi sostituire la scheda madre, nel nuovo trovi solo la Asrock
K7S41GX, onesta scheda ma nulla di piu', per 40-50 euro; nell'usato hai
maggiore scelta (e anche il rischio di incappare in una moterboard con i
condensatori traballanti...), con il consiglio di orientarsi sulle
schede con chipset Via KT333 / KT400 o nVidia nForce.
Purtroppo non conosco marchi "sicuri", al riparo dalla moria dei
condensatori: persino Asus ha utilizzato dei prodotti rivelatisi
scadenti su alcune versioni della A7V.

Andrea

[1] http://www.badcaps.net/forum/showthread.php?t=1125
[2] http://www.tecnopolis.ca/tecnopolis/leakycaps.html
[3] http://www.memtest.org/
[4] http://www.badcaps.net/pages.php?vid=31
Renato Conotter
2007-11-22 06:27:59 UTC
Permalink
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Ciao a tutti,
da un paio di giorni ho il pc che mi da qualche noia. Piu' o meno in
ordine mi e' successo: - al boot, dopo aver fatto il log-in, kde si blocca
e non c'e' piu' verso di fare nulla: non riesco a passere ad una console
(ctrl+alt+F1), a killare X (ctrl+alt+backspace), niente, unica possibilita'
il tasto di spegnimento; - un paio di volte al boot mi e' uscito un kernel
panic che diceva piu' o meno code: bad EIP value
...
prova a verificare la temperatura della cpu a me è capitato di recente su un
pc che si era "seccata" la pasta tra processore e dissipatore e vaceva cose
strane .
Altra cosa la tensione di alimentazione dell'alimentatore
ciao Renato
--
Linux Registered User #213435
Powered by: Debian Testing
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-22 09:32:26 UTC
Permalink
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- K7 266MHz su scheda microstar MS-6380 K7T266 Pro2 ATX socketA e 2 banchi di
memoria DIMM 256Mb DDR PC266; > - lo stato "apparente" della scheda madre e'
buono: pulito (no polvere), condensatori non rigonfi, nessuna pozza marrone
dovuta all'elettrolita. > - un anno fa circa ho aggiornato il firmware del bios
perche' avevo messo una ventolina di raffreddamento della cpu a basso numero di
giri e il bios mandava in allarme la macchina perche' pensava che la ventola non
funzionasse, ma aggiornato il firmware risolto (e poi e' un operazione che ho
fatto un anno fa o piu'). >
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Mirko.
Mi spiace, pare che la K7T266 Pro2 monti condensatori inaffidabili: ho trovato
i commenti di un possessore (con foto) su BadCaps.net [1] e una
lista di schede madri e marchi di condensatori sospetti sul sito di un
riparatore canadese [2].
Se e' vero che altri componenti possono contribuire all'instabilita', i
sospetti sulla scheda madre sono giustificati: purtroppo non tutti i
condensatori guasti hanno segni visibili, per esserne certo dovresti
misurarne l'esr (un parametro che indica la loro resistenza equivalente).
In alternativa, esegui dei test incrociati: l'ideale sarebbe testare per prima
la scheda madre (se conosci qualche possessore di una scheda madre
socket A funzionante, potresti chiederla in prestito) per escluderla o
confermarla.
Se i problemi persistono dopo il cambio della scheda madre, il colpevole
e' un altro: in ordine di probabilita', alimentatore (erogazione
instabile o condensatori guasti pure lui), ram (provarle una alla volta
per un paio di cicli di Memtest86+ [3]) e, a cascata, gli altri componenti.
Se, invece, scopri (come sospetto) che i condensatori sono guasti, puoi
sostituire questi o l'intera scheda: per i primi, devi identificare i
pezzi guasti e avere dei sostituti di buona marca (non quelli recuperati
da schede a loro volta affette dal problema), un saldatore, una pompetta
aspirante e mano ferma per seguire le istruzioni su BadCaps [4].
Se vuoi sostituire la scheda madre, nel nuovo trovi solo la Asrock
K7S41GX, onesta scheda ma nulla di piu', per 40-50 euro; nell'usato hai
maggiore scelta (e anche il rischio di incappare in una moterboard con i
condensatori traballanti...), con il consiglio di orientarsi sulle
schede con chipset Via KT333 / KT400 o nVidia nForce.
Purtroppo non conosco marchi "sicuri", al riparo dalla moria dei
condensatori: persino Asus ha utilizzato dei prodotti rivelatisi
scadenti su alcune versioni della A7V.
Andrea
[1] http://www.badcaps.net/forum/showthread.php?t=1125 [2]
http://www.tecnopolis.ca/tecnopolis/leakycaps.html
[3] http://www.memtest.org/
[4] http://www.badcaps.net/pages.php?vid=31
--
Per iscriversi (o disiscriversi), basta spedire un messaggio con OGGETTO
dunque:
- ho letto i link che mi hai segnalato e devo dire che per quanto riguarda i bad caps c'e' piu' di una occorrenza, tra quelle segnalate, che fanno al caso mio: la scheda madre e' di fine 2001 (segnalano schede madri del periodo 2001-2002 come facilmente affette dalla malattia bad caps); onboard video getting blurry/fuzzy/wavy: da qualche tempo mi capita che dopo che parte lo screensaver (blank screen) muovo il mouse e lo schermo presenta una serie di righe colorate che impediscono di capire alcunche'; risolvo o passando ad un terminale caratteri (ctrl+alt+F1) e poi ritornando al terminale grafico oppure reboottando; raramente ho problemi a riconoscere chiavi usb ma mi basta estrarre e reinserire (magari un paio di volte cambiando porta; da dire che ho una pci per poter vedere usb2.0) e le
ho sempre lette;
- confrontando i miei condensatori con quelli delle foto al link [1] non ho condensatori con segni esterni di guasto (sembrano tutti buoni, senza rigonfiamenti o sporcamenti esterni);
- alimentatore: lo ho cambiato a marzo 2007 con uno ITP 500W ATX SATA+PCIEX perche' quello vecchio aveva la ventola che faceva un casino inverecondo; essendo nuovo spero che non sia lui a darmi problemi;
- ieri sera prima di andare a dormire ho lanciato memtest86+ ed al risveglio ho trovato la seguente (+ o -) situazione:
----------------------------------
memtest86+ | pass 40% ########
amd athlon (0.18) 1000Mhz | test 1%
L1 cache: 128K 6135MB/s | test #6 [moving inversions, 32 bit pattern]
L2 cache: 256K 1879MB/s | testing: 116K - 512M 512M
memory : 512M 339MB/s | pattern: 00000001
chipset : via K7266(A)/KT333 |

walltime cached rsvdmem memmap cache ecc test pass errors ecc-erros
1:18:29 512M 104K e820-std on off std 0 5996544 0

U
<rettangolone rosso con scritto>

Tnpe:

----------------------------------
- anche il memtest lanciato da knopils mi da failure:
----------------------------------
testing .....

run 1:
test 1: stuck address: testing passed
test 2: random value: testing setting passed
...
test 10: solids bits: 25
FAILURE: 0x...
skipping to next test ...
test11:

e si blocca tutto, ma proprio tutto (da fare il reboot)
----------------------------------
lo ho provato 2 volte: la prima volta si e' bloccato tutto al test 1
- la pasta tra processore e dissipatore e' stata cambiata a settembre 2005 per cambio ventola di raffreddamento e comunque il bios (prima di inchiodarsi) mi dice che la temperatura della cpu e' 36°C.
Le tensioni sono
vcore 1.744 V
vtt 1.264 V
vio 3.264 V
+5.000V 5.030 V
+12.000V 12.410 V
-12.000V -11.907
-5.000V <nulla: e qui non so se va bene>
- per quanto riguarda la ram mi era gia' capitato a fine 2005 di dover eliminare 1 banco da 256MB.
- a febbraio di qs anno ho provato ad aggiungere 1 banco DIMM 512MB DDR PC400 ma quando facevo il boot il sistema iniziava subito a dare allarmi e a bloccarsi cosi' non l'ho + installata e ce l'ho li' inutilizzata.

Date le ultime esperienze con l'inserimento di banchi ram e rimozioni e spostamenti (avevo fatto un po' di prove) non sono molto contento di fare dei memtest86+ togliendo e spostando i miei 2 banchi di ram DIMM 256MB DDR PC266 ma se mi dite che e' il caso per capire quale banco e' lesso o se lo sono tutti e due o magari si e' lesso qualche slot allora lo faccio.

Mirko.




----------------------------------------------------------------------------
DEXGATEMICRO il centralino VoIP multifunzione per l'azienda.
Prova gratuita per 4 utenti!


Scopri tutte le funzionalita' sul sito Dexgate.com
----------------------------------------------------------------------------
Andrea Zuech
2007-11-22 10:05:24 UTC
Permalink
- ho letto i link che mi hai segnalato e devo dire che per quanto riguarda i bad caps c'e' piu' di una occorrenza, tra quelle segnalate, che fanno al caso mio: la scheda madre e' di fine 2001 (segnalano schede madri del periodo 2001-2002 come facilmente affette dalla malattia bad caps); onboard video getting blurry/fuzzy/wavy: da qualche tempo mi capita che dopo che parte lo screensaver (blank screen) muovo il mouse e lo schermo presenta una serie di righe colorate che impediscono di capire alcunche'; risolvo o passando ad un terminale caratteri (ctrl+alt+F1) e poi ritornando al terminale grafico oppure reboottando; raramente ho problemi a riconoscere chiavi usb ma mi basta estrarre e reinserire (magari un paio di volte cambiando porta; da dire che ho una pci per poter vedere usb2.0) e le ho sempre lette;
Il pc con i condensatori guasti freeza quando esegue delle operazioni
che richiedono abbastanza potenza e tempi di reazione inferiori a quelli
dei circuiti di raddrizzamento della tensione, come l'accesso a molti
file dell'hard disk o il riconoscimento delle periferiche usb. Anche i
problemi intermittenti alla scheda grafica potrebbero dipendere da
questo, se accadono quando muovi improvvisamente il mouse.
L'eta' non e' un vero discriminante, ma un punto di partenza: anche
schede madri successive, come alcunie Via Epia del 2005, per tacere
delle elettroniche di consumo, presentano lo stesso problema.
- confrontando i miei condensatori con quelli delle foto al link [1] non ho condensatori con segni esterni di guasto (sembrano tutti buoni, senza rigonfiamenti o sporcamenti esterni);
Sono i piu' subdoli: apparentemene buoni, in realta' guasti. Se la tua
scheda madre non avesse un precedente, concorderei con te.
- alimentatore: lo ho cambiato a marzo 2007 con uno ITP 500W ATX SATA+PCIEX perche' quello vecchio aveva la ventola che faceva un casino inverecondo; essendo nuovo spero che non sia lui a darmi problemi;
Non trovo informazioni sugli alimentatori ITP: probabilmente e' un
produttore orientale. Forse non e' il massimo, ma e' nuovo e il pc
consuma al max la meta' della potenza di targa: tendo ad escluderlo.
----------------------------------
memtest86+ | pass 40% ########
amd athlon (0.18) 1000Mhz | test 1%
L1 cache: 128K 6135MB/s | test #6 [moving inversions, 32 bit pattern]
L2 cache: 256K 1879MB/s | testing: 116K - 512M 512M
memory : 512M 339MB/s | pattern: 00000001
chipset : via K7266(A)/KT333 |
walltime cached rsvdmem memmap cache ecc test pass errors ecc-erros
1:18:29 512M 104K e820-std on off std 0 5996544 0
U
<rettangolone rosso con scritto>
----------------------------------
----------------------------------
testing .....
test 1: stuck address: testing passed
test 2: random value: testing setting passed
...
test 10: solids bits: 25
FAILURE: 0x...
skipping to next test ...
e si blocca tutto, ma proprio tutto (da fare il reboot)
----------------------------------
lo ho provato 2 volte: la prima volta si e' bloccato tutto al test 1
Se fosse solo la ram guasta, il test non si sarebbe bloccato: propendo
sempre piu' per la scheda madre.
- la pasta tra processore e dissipatore e' stata cambiata a settembre 2005 per cambio ventola di raffreddamento e comunque il bios (prima di inchiodarsi) mi dice che la temperatura della cpu e' 36°C.
Le tensioni sono
vcore 1.744 V
vtt 1.264 V
vio 3.264 V
+5.000V 5.030 V
+12.000V 12.410 V
-12.000V -11.907
-5.000V <nulla: e qui non so se va bene>
I 3.3 volt sono un po' bassini e i 5 al limite: capita se l'alimentatore
predilige l'erogazione sulla linea a 12 volt, quella maggiormente
utilizzata dai pc rcenti.
Per le tensioni negative, non preoccuparti: servono per le periferche
isa, se non le hai installate sei a posto.
- per quanto riguarda la ram mi era gia' capitato a fine 2005 di dover eliminare 1 banco da 256MB.
- a febbraio di qs anno ho provato ad aggiungere 1 banco DIMM 512MB DDR PC400 ma quando facevo il boot il sistema iniziava subito a dare allarmi e a bloccarsi cosi' non l'ho + installata e ce l'ho li' inutilizzata.
Date le ultime esperienze con l'inserimento di banchi ram e rimozioni e spostamenti (avevo fatto un po' di prove) non sono molto contento di fare dei memtest86+ togliendo e spostando i miei 2 banchi di ram DIMM 256MB DDR PC266 ma se mi dite che e' il caso per capire quale banco e' lesso o se lo sono tutti e due o magari si e' lesso qualche slot allora lo faccio.
Propendo per la motherboard: forse un modulo puo' avere un chip corrotto
(talvolta succede), ma la scheda madre e' instabile. Puoi testare la ram
dopo avere sostituito o riparato la scheda.

Andrea
--
Per iscriversi (o disiscriversi), basta spedire un messaggio con OGGETTO
"subscribe" (o "unsubscribe") a mailto:linuxtrent-request-***@public.gmane.org
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-22 09:39:44 UTC
Permalink
Mi spiace, pare che la K7T266 Pro2 monti condensatori inaffidabili: ho trovato
i commenti di un possessore (con foto) su BadCaps.net [1] e una
lista di schede madri e marchi di condensatori sospetti sul sito di un
riparatore canadese [2].
Se e' vero che altri componenti possono contribuire all'instabilita', i
sospetti sulla scheda madre sono giustificati: purtroppo non tutti i
condensatori guasti hanno segni visibili, per esserne certo dovresti
misurarne l'esr (un parametro che indica la loro resistenza equivalente).
In alternativa, esegui dei test incrociati: l'ideale sarebbe testare per prima
la scheda madre (se conosci qualche possessore di una scheda madre
socket A funzionante, potresti chiederla in prestito) per escluderla o
confermarla.
Se i problemi persistono dopo il cambio della scheda madre, il colpevole
e' un altro: in ordine di probabilita', alimentatore (erogazione
instabile o condensatori guasti pure lui), ram (provarle una alla volta
per un paio di cicli di Memtest86+ [3]) e, a cascata, gli altri componenti.
Se, invece, scopri (come sospetto) che i condensatori sono guasti, puoi
sostituire questi o l'intera scheda: per i primi, devi identificare i
pezzi guasti e avere dei sostituti di buona marca (non quelli recuperati
da schede a loro volta affette dal problema), un saldatore, una pompetta
aspirante e mano ferma per seguire le istruzioni su BadCaps [4].
Se vuoi sostituire la scheda madre, nel nuovo trovi solo la Asrock
K7S41GX, onesta scheda ma nulla di piu', per 40-50 euro; nell'usato hai
maggiore scelta (e anche il rischio di incappare in una moterboard con i
condensatori traballanti...), con il consiglio di orientarsi sulle
schede con chipset Via KT333 / KT400 o nVidia nForce.
Purtroppo non conosco marchi "sicuri", al riparo dalla moria dei
condensatori: persino Asus ha utilizzato dei prodotti rivelatisi
scadenti su alcune versioni della A7V.
Andrea
[1] http://www.badcaps.net/forum/showthread.php?t=1125 [2]
http://www.tecnopolis.ca/tecnopolis/leakycaps.html
[3] http://www.memtest.org/
[4] http://www.badcaps.net/pages.php?vid=31
--
Per iscriversi (o disiscriversi), basta spedire un messaggio con OGGETTO
scusate ma nella mail di prima e' andato perso qualche commento!


dunque:
- ho letto i link che mi hai segnalato e devo dire che per quanto riguarda i bad caps c'e' piu' di una occorrenza, tra quelle segnalate, che fanno al caso mio: la scheda madre e' di fine 2001 (segnalano schede madri del periodo 2001-2002 come facilmente affette dalla malattia bad caps); onboard video getting blurry/fuzzy/wavy: da qualche tempo mi capita che dopo che parte lo screensaver (blank screen) muovo il mouse e lo schermo presenta una serie di righe colorate che impediscono di capire alcunche'; risolvo o passando ad un terminale caratteri (ctrl+alt+F1) e poi ritornando al terminale grafico oppure reboottando; raramente ho problemi a riconoscere chiavi usb ma mi basta estrarre e reinserire (magari un paio di volte cambiando porta; da dire che ho una pci per poter vedere usb2.0) e le
ho sempre lette;
- confrontando i miei condensatori con quelli delle foto al link [1] non ho condensatori con segni esterni di guasto (sembrano tutti buoni, senza rigonfiamenti o sporcamenti esterni);
- alimentatore: lo ho cambiato a marzo 2007 con uno ITP 500W ATX SATA+PCIEX perche' quello vecchio aveva la ventola che faceva un casino inverecondo; essendo nuovo spero che non sia lui a darmi problemi;
- ieri sera prima di andare a dormire ho lanciato memtest86+ ed al risveglio ho trovato la seguente (+ o -) situazione:
----------------------------------
memtest86+ | pass 40% ########
amd athlon (0.18) 1000Mhz | test 1%
L1 cache: 128K 6135MB/s | test #6 [moving inversions, 32 bit pattern]
L2 cache: 256K 1879MB/s | testing: 116K - 512M 512M
memory : 512M 339MB/s | pattern: 00000001
chipset : via K7266(A)/KT333 |

walltime cached rsvdmem memmap cache ecc test pass errors ecc-erros
1:18:29 512M 104K e820-std on off std 0 5996544 0

(cioe' ci sono un bel po' di errori)

U
(rettangolone rosso)

Tnpe:

----------------------------------
- anche il memtest lanciato da knopils mi da failure:
----------------------------------
testing .....

run 1:
test 1: stuck address: testing passed
test 2: random value: testing setting passed
...
test 10: solids bits: 25
FAILURE: 0x...
skipping to next test ...
test11:

e si blocca tutto, ma proprio tutto (da fare il reboot)
----------------------------------
lo ho provato 2 volte: la prima volta si e' bloccato tutto al test 1
- la pasta tra processore e dissipatore e' stata cambiata a settembre 2005 per cambio ventola di raffreddamento e comunque il bios (prima di inchiodarsi) mi dice che la temperatura della cpu e' 36°C.
Le tensioni sono
vcore 1.744 V
vtt 1.264 V
vio 3.264 V
+5.000V 5.030 V
+12.000V 12.410 V
-12.000V -11.907
-5.000V nulla e qui non so se va bene: forse no! (scusate ma nella mail di prima qs riga e' stata mangiata)
- per quanto riguarda la ram mi era gia' capitato a fine 2005 di dover eliminare 1 banco da 256MB.
- a febbraio di qs anno ho provato ad aggiungere 1 banco DIMM 512MB DDR PC400 ma quando facevo il boot il sistema iniziava subito a dare allarmi e a bloccarsi cosi' non l'ho + installata e ce l'ho li' inutilizzata.

Date le ultime esperienze con l'inserimento di banchi ram e rimozioni e spostamenti (avevo fatto un po' di prove) non sono molto contento di fare dei memtest86+ togliendo e spostando i miei 2 banchi di ram DIMM 256MB DDR PC266 ma se mi dite che e' il caso per capire quale banco e' lesso o se lo sono tutti e due o magari si e' lesso qualche slot allora lo faccio.

Mirko.


----------------------------------------------------------------------------
DEXGATEMICRO il centralino VoIP multifunzione per l'azienda.
Prova gratuita per 4 utenti!


Scopri tutte le funzionalita' sul sito Dexgate.com
----------------------------------------------------------------------------
Andrea Zuech
2007-11-22 11:00:15 UTC
Permalink
lo reinvio
- ho letto i link che mi hai segnalato e devo dire che per quanto riguarda i bad caps c'e' piu' di una occorrenza, tra quelle segnalate, che fanno al caso mio: la scheda madre e' di fine 2001 (segnalano schede madri del periodo 2001-2002 come facilmente affette dalla malattia bad caps); onboard video getting blurry/fuzzy/wavy: da qualche tempo mi capita che dopo che parte lo screensaver (blank screen) muovo il mouse e lo schermo presenta una serie di righe colorate che impediscono di capire alcunche'; risolvo o passando ad un terminale caratteri (ctrl+alt+F1) e poi ritornando al terminale grafico oppure reboottando; raramente ho problemi a riconoscere chiavi usb ma mi basta estrarre e reinserire (magari un paio di volte cambiando porta; da dire che ho una pci per poter vedere usb2.0) e le ho sempre lette;
Il pc con i condensatori guasti freeza quando esegue delle operazioni
che richiedono abbastanza potenza e tempi di reazione inferiori a quelli
dei circuiti di raddrizzamento della tensione, come l'accesso a molti
file dell'hard disk o il riconoscimento delle periferiche usb. Anche i
problemi intermittenti alla scheda grafica potrebbero dipendere da
questo, per esempio se accadono quando muovi improvvisamente il mouse.
L'eta' non e' un vero discriminante, ma un punto di partenza: anche
schede madri successive, come alcune Via Epia del 2005, per tacere
delle elettroniche di consumo, presentano lo stesso problema.
- confrontando i miei condensatori con quelli delle foto al link [1] non ho condensatori con segni esterni di guasto (sembrano tutti buoni, senza rigonfiamenti o sporcamenti esterni);
Sono i piu' subdoli: apparentemene buoni, in realta' guasti. Se la tua
scheda madre non avesse un precedente, concorderei con te.
- alimentatore: lo ho cambiato a marzo 2007 con uno ITP 500W ATX SATA+PCIEX perche' quello vecchio aveva la ventola che faceva un casino inverecondo; essendo nuovo spero che non sia lui a darmi problemi;
Non trovo informazioni sugli alimentatori ITP: probabilmente e' un
produttore orientale. Forse non e' il massimo, ma e' nuovo e il pc
consuma al max la meta' della potenza di targa: tendo ad escluderlo.
----------------------------------
memtest86+ | pass 40% ########
amd athlon (0.18) 1000Mhz | test 1%
L1 cache: 128K 6135MB/s | test #6 [moving inversions, 32 bit pattern]
L2 cache: 256K 1879MB/s | testing: 116K - 512M 512M
memory : 512M 339MB/s | pattern: 00000001
chipset : via K7266(A)/KT333 |
walltime cached rsvdmem memmap cache ecc test pass errors ecc-erros
1:18:29 512M 104K e820-std on off std 0 5996544 0
U
<rettangolone rosso con scritto>
----------------------------------
----------------------------------
testing .....
test 1: stuck address: testing passed
test 2: random value: testing setting passed
...
test 10: solids bits: 25
FAILURE: 0x...
skipping to next test ...
e si blocca tutto, ma proprio tutto (da fare il reboot)
----------------------------------
lo ho provato 2 volte: la prima volta si e' bloccato tutto al test 1
Se fosse solo la ram guasta, il test non si sarebbe bloccato: propendo
sempre piu' per la scheda madre.
- la pasta tra processore e dissipatore e' stata cambiata a settembre 2005 per cambio ventola di raffreddamento e comunque il bios (prima di inchiodarsi) mi dice che la temperatura della cpu e' 36°C.
Le tensioni sono
vcore 1.744 V
vtt 1.264 V
vio 3.264 V
+5.000V 5.030 V
+12.000V 12.410 V
-12.000V -11.907
-5.000V <nulla: e qui non so se va bene>
I 3.3 volt sono un po' bassini e i 5 al limite: capita se l'alimentatore
predilige l'erogazione sulla linea a 12 volt, quella maggiormente
utilizzata dai pc rcenti.
Per le tensioni negative, non preoccuparti: servono per le periferche
isa, se non le hai installate sei a posto.
- per quanto riguarda la ram mi era gia' capitato a fine 2005 di dover eliminare 1 banco da 256MB.
- a febbraio di qs anno ho provato ad aggiungere 1 banco DIMM 512MB DDR PC400 ma quando facevo il boot il sistema iniziava subito a dare allarmi e a bloccarsi cosi' non l'ho + installata e ce l'ho li' inutilizzata.
Date le ultime esperienze con l'inserimento di banchi ram e rimozioni e spostamenti (avevo fatto un po' di prove) non sono molto contento di fare dei memtest86+ togliendo e spostando i miei 2 banchi di ram DIMM 256MB DDR PC266 ma se mi dite che e' il caso per capire quale banco e' lesso o se lo sono tutti e due o magari si e' lesso qualche slot allora lo faccio.
Propendo per la motherboard: forse un modulo puo' avere un chip corrotto
(talvolta succede), ma la scheda madre e' instabile. Puoi testare la ram
dopo avere sostituito o riparato la scheda.

Andrea
--
Per iscriversi (o disiscriversi), basta spedire un messaggio con OGGETTO
"subscribe" (o "unsubscribe") a mailto:linuxtrent-request-***@public.gmane.org
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-22 18:43:29 UTC
Permalink
On Thursday 22 November 2007 11:00, Andrea Zuech wrote:
[....]
Post by Andrea Zuech
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- alimentatore: lo ho cambiato a marzo 2007 con uno ITP 500W ATX
SATA+PCIEX perche' quello vecchio aveva la ventola che faceva un casino
inverecondo; essendo nuovo spero che non sia lui a darmi problemi;
Non trovo informazioni sugli alimentatori ITP: probabilmente e' un
produttore orientale. Forse non e' il massimo, ma e' nuovo e il pc
consuma al max la meta' della potenza di targa: tendo ad escluderlo.
[...]
Post by Andrea Zuech
Se fosse solo la ram guasta, il test non si sarebbe bloccato: propendo
sempre piu' per la scheda madre.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- la pasta tra processore e dissipatore e' stata cambiata a settembre
2005 per cambio ventola di raffreddamento e comunque il bios (prima di
inchiodarsi) mi dice che la temperatura della cpu e' 36°C. Le tensioni
sono
vcore 1.744 V
vtt 1.264 V
vio 3.264 V
+5.000V 5.030 V
+12.000V 12.410 V
-12.000V -11.907
-5.000V <nulla: e qui non so se va bene>
I 3.3 volt sono un po' bassini e i 5 al limite: capita se l'alimentatore
predilige l'erogazione sulla linea a 12 volt, quella maggiormente
utilizzata dai pc rcenti.
Per le tensioni negative, non preoccuparti: servono per le periferche
isa, se non le hai installate sei a posto.
tanto per complicare un po' le cose questo pomeriggio (dopo che la signora
enel mi ha ridato la luce dopo 2 ore di buio) ho fatto una prova ed ho
installato il vecchio alimentatore 300W. Risultato il bios non si inchioda
piu' quando entro nella sezione hardware monitor e alla riga -5.000V mi
dice -5.040V. Ad ogni modo faccio il boot e mi si inchioda tutto ugualmente.
Rimonto l'alimentatore 500W e il bios fa di nuovo le bizze quando entro nella
sezione hardware monitor. Mha!!

Dunque riepilogo i sospetti:
- hda non mi da problemi di accesso ai dati ecc. pero' una volta ho trovato
dei bad blocks con fsck e mi sono accorto che ogni tanto fa un po' di fatica
ad avviarsi;
- mb e' sospetta perche' si inchioda il bios e anche l'OS, perche' e' una
scheda che notoriamente ha problemi e ha mostrato vari sintomi rivelatori di
condensatori lessi (eta', onboard video getting blurry/fuzzy/wavy), perche'
il memtest si blocca;
- ram da verificare;
- alimentatore sinceramente un po' mi insospettisce per via dell'ultima prova
che ho fatto. Domanda: per capire se l'alimentatore funziona correttamente se
lo porto da trony (dove lo ho comperato a marzo e pertanto dovrebbe essere
ancora in garanzia) riescono a dirmi se funziona correttamente o se ha
qualche problema?

A qs pto che fare? di mettermi a cambiare i condensatori guasti (che non
saprei come individuare) a mano (senza saldatore, pompetta aspirante, santi
protettori delle schede madri che sicuramente fulminerei e "el Diaolin che se
porta" :-) ) non ci penso nemmeno.
Dato che mi sa tanto che dovro' cambiare mb e reinstallare la debian
sostituiro' anche hda (dato che ho un hd inutilizzato a disposizione). Se
cambio mb mi sa che faccio un upgrade e cambio pure processore e ram. Mi
piacerebbe capire se l'alimentatore 500W e' affidabile o meno. Mha.
Post by Andrea Zuech
Propendo per la motherboard: forse un modulo puo' avere un chip corrotto
(talvolta succede), ma la scheda madre e' instabile. Puoi testare la ram
dopo avere sostituito o riparato la scheda.
Andrea
Mirko.
fred
2007-11-22 17:54:20 UTC
Permalink
Post by Andrea Zuech
Propendo per la motherboard: forse un modulo puo' avere un chip corrotto
(talvolta succede), ma la scheda madre e' instabile. Puoi testare la ram
dopo avere sostituito o riparato la scheda.
sabato e domenica questi
fiera dell'informatica a Pordenone
molto interessante
ottimi prezzi
:)
--
Fred
http://fred.tipistrani.it
--
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-22 19:38:42 UTC
Permalink
Post by fred
Post by Andrea Zuech
Propendo per la motherboard: forse un modulo puo' avere un chip corrotto
(talvolta succede), ma la scheda madre e' instabile. Puoi testare la ram
dopo avere sostituito o riparato la scheda.
sabato e domenica questi
fiera dell'informatica a Pordenone
molto interessante
ottimi prezzi
:)
--
Fred
http://fred.tipistrani.it
--
Interessante, ma andarci apposta non so se conviene. ~60 euri tra andata e
ritorno, 8 di ingresso, magna e bevi .... e poi sono uno che ci mette una
vita a decidere di comperare qc, tanto che rischio di andare e tornare senza
aver comperato nulla.

Ad ogni modo grazie della segnalazione.

Mirko.
--
Andrea Zuech
2007-11-22 19:51:06 UTC
Permalink
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
tanto per complicare un po' le cose questo pomeriggio (dopo che la signora
enel mi ha ridato la luce dopo 2 ore di buio) ho fatto una prova ed ho
installato il vecchio alimentatore 300W. Risultato il bios non si inchioda
piu' quando entro nella sezione hardware monitor e alla riga -5.000V mi
dice -5.040V. Ad ogni modo faccio il boot e mi si inchioda tutto ugualmente.
Rimonto l'alimentatore 500W e il bios fa di nuovo le bizze quando entro nella
sezione hardware monitor. Mha!!
- hda non mi da problemi di accesso ai dati ecc. pero' una volta ho trovato
dei bad blocks con fsck e mi sono accorto che ogni tanto fa un po' di fatica
ad avviarsi;
Puoi testarlo con l'utility del produttore oppure con smartctl.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- mb e' sospetta perche' si inchioda il bios e anche l'OS, perche' e' una
scheda che notoriamente ha problemi e ha mostrato vari sintomi rivelatori di
condensatori lessi (eta', onboard video getting blurry/fuzzy/wavy), perche'
il memtest si blocca;
- ram da verificare;
- alimentatore sinceramente un po' mi insospettisce per via dell'ultima prova
che ho fatto. Domanda: per capire se l'alimentatore funziona correttamente se
lo porto da trony (dove lo ho comperato a marzo e pertanto dovrebbe essere
ancora in garanzia) riescono a dirmi se funziona correttamente o se ha
qualche problema?
Non si puo' testare un alimentatore a carico vuoto: se lo fanno, lo
inseriranno in un pc e semplicemente controllano se questo si accende ;-)
Non preoccuparti, funziona.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
A qs pto che fare? di mettermi a cambiare i condensatori guasti (che non
saprei come individuare) a mano (senza saldatore, pompetta aspirante, santi
protettori delle schede madri che sicuramente fulminerei e "el Diaolin che se
porta" :-) ) non ci penso nemmeno.
Se pensi di non farcela, non farlo: non voglio un ferito sulla coscienza.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Dato che mi sa tanto che dovro' cambiare mb e reinstallare la debian
sostituiro' anche hda (dato che ho un hd inutilizzato a disposizione). Se
cambio mb mi sa che faccio un upgrade e cambio pure processore e ram. Mi
piacerebbe capire se l'alimentatore 500W e' affidabile o meno. Mha.
Calma: prima di fare qualsiasi cosa, rispondi a queste domande:
- il tuo pc e' sufficiente per i tuoi scopi?
- se disposto a visitare una fiera dell'elettronica?
- quanto puoi spendere?

Se la potenza attuale ti basta e vuoi spendere poco, sostituisci solo la
scheda madre: con circa 50 euro la ordini nuova nel tuo negozio di
fiducia, con poco meno la compri usata in una fiera (considera 25 euro
di scheda, 5-10 di biglietto di ingresso e il carburante necesario).
Per il tuo pc attuale l'alimentatore va bene e potresti inserire la ram
da 512 MB inutilizzata nella nuova scheda.

Se vuoi un nuovo pc, devi considerare almeno scheda madre (70 euro), cpu
economica (60) e due moduli di ram (50-60): sfiori i 200 euro,
mantenendo case, alimentatore, hard disk e lettore. IMHO non conviene.

Andrea
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-23 13:01:56 UTC
Permalink
Post by Andrea Zuech
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
tanto per complicare un po' le cose questo pomeriggio (dopo che la
signora enel mi ha ridato la luce dopo 2 ore di buio) ho fatto una prova
ed ho installato il vecchio alimentatore 300W. Risultato il bios non si
inchioda piu' quando entro nella sezione hardware monitor e alla riga
-5.000V mi dice -5.040V. Ad ogni modo faccio il boot e mi si inchioda
tutto ugualmente. Rimonto l'alimentatore 500W e il bios fa di nuovo le
bizze quando entro nella sezione hardware monitor. Mha!!
- hda non mi da problemi di accesso ai dati ecc. pero' una volta ho
trovato dei bad blocks con fsck e mi sono accorto che ogni tanto fa un
po' di fatica ad avviarsi;
Puoi testarlo con l'utility del produttore oppure con smartctl.
Il mio vecchio hda (maxtor 40GB) supporta SMART ma "logging features is not
supported" e quindi, non avendo capito come vedere il risultato di smartctl,
ho fatto il test con il sw di seagate (padrone di maxtor). Esiti:
- short test: PASSED;
- long test: PASSED;
Post by Andrea Zuech
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- mb e' sospetta perche' si inchioda il bios e anche l'OS, perche' e' una
scheda che notoriamente ha problemi e ha mostrato vari sintomi rivelatori
di condensatori lessi (eta', onboard video getting blurry/fuzzy/wavy),
perche' il memtest si blocca;
- ram da verificare;
- alimentatore sinceramente un po' mi insospettisce per via dell'ultima
prova che ho fatto. Domanda: per capire se l'alimentatore funziona
correttamente se lo porto da trony (dove lo ho comperato a marzo e
pertanto dovrebbe essere ancora in garanzia) riescono a dirmi se funziona
correttamente o se ha qualche problema?
Non si puo' testare un alimentatore a carico vuoto: se lo fanno, lo
inseriranno in un pc e semplicemente controllano se questo si accende ;-)
Non preoccuparti, funziona.
E invece sono quasi sicuro che anche lui mi da qualche problema. Infatti ieri
sera ho rimontato il vecchio rumoroso alimentatore e ho fatto partire
memtest86+: bene, ha girato per ore (~6-7) facendo 7 cicli completi di test
senza dare alcun errore, da cui anche la mia ram non dovrebbe avere problemi.
Con il nuovo alimentatore invece memtest86+ si era bloccato dando una caterva
di errori! e anche quando entro nel monitoring hardware del bios con il nuovo
alimentatore ho un blocco, con il vecchio invece va tutto liscio.

Anche la scheda madre rimane comunque sospetta perche' se faccio il boot
usando il mio vecchio hda (sia con hdb presente che assente, dopo le
eventuali correzioni a fstab), che ora so funzionare correttamente, ho
problemi. Dopo il boot e il login grafico KDE parte, ho una shell abbastanza
funzionante, ma dopo qualche tentativo di far partire qualche applicazione
grafica (per es. konqueror o firefox o kaddressbook o kwrite) mi da errori
simili al seguente
symbol lookup error: /usr/lib/libkresources.so.1: undefined symbol: _ZN.....
e se provo a far partire qualche applicazione usando il menu avvio (kicker) si
blocca tutto. Anche il tentativo di installare nuovamente la Debian con solo
hda ("nuovo", hdb assente) fallisce quando si arriva al punto di iniziare la
formattazione dell'hd.
Post by Andrea Zuech
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
A qs pto che fare? di mettermi a cambiare i condensatori guasti (che non
saprei come individuare) a mano (senza saldatore, pompetta aspirante,
santi protettori delle schede madri che sicuramente fulminerei e "el
Diaolin che se porta" :-) ) non ci penso nemmeno.
Se pensi di non farcela, non farlo: non voglio un ferito sulla coscienza.
Non proccuparti: qualora decidessi di farlo metterei in conto la possibilita'
di fallimento con distruzione del componente (mb) e con l'assunzione totale
di responsabilita' in carico a me stesso.
Post by Andrea Zuech
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Dato che mi sa tanto che dovro' cambiare mb e reinstallare la debian
sostituiro' anche hda (dato che ho un hd inutilizzato a disposizione). Se
cambio mb mi sa che faccio un upgrade e cambio pure processore e ram. Mi
piacerebbe capire se l'alimentatore 500W e' affidabile o meno. Mha.
- il tuo pc e' sufficiente per i tuoi scopi?
a dire il vero e' un po' limitato:
- caratteristiche hw insufficienti per installare vmware (uso autocad, elenco
prezzi PAT -primus non lo ho mai provato sul portatile con vmware, ci vuole
la chiave hw- e una serie di programmi per win tipo dizionari);
- il k7226 pro 2 non ha l'hardware virtulization support: mi piacerebbe avere
diverse macchine (con unico hw) e iniziare a fare 1 firewall (potrei anche
riciclare il mio attuale pc con una distro live dato che knopils pare
funzionare correttamente), 1 file server con un sistema di backup dei dati un
po' piu' serio di quello manuale che sto utilizzando adesso, 1 web-mail
server, 1 terminal server (per provare), 1 application server (sempre per
prova), avere qualche macchina virtuale a disposizione per iniziare a
scrivere un programma di simulazione -molto pesante computazionalmente- (e'
un progetto che ho li' fermo da quando mi sono laureato) scritto per
funzionare in sistemi tipo beowolf (meglio) o grid e poterlo testare senza
avere troppo hw.
Certo finora ho fatto senza ma... dato che il mio pc ha iniziato a fare le
bizze...

In proposito si accettano di buon grado indicazioni sull'eventuale hw ecc...
(mi piacerebbe comunque poter utilizzare i miei hd PATA, dato che ne ho 6).
Curiosita': non ho mai capito cosa sono le architetture diverse dai mac e x86
e x86_64 tipo alpha, arm, sparc ecc..., cosa hanno di diverso dagli x86, se
funzionano meglio/peggio, dove si possono vedere o acquistare, se conviene
prenderli in considerazione o meno.
Post by Andrea Zuech
- sei disposto a visitare una fiera dell'elettronica?
una volta deciso quale hw voglio, dato che mi sembra di capire che si possono
risparmiare un bel po' di euri, si'. La fiera di Pd di qs we mi sembra
tuttavia un po' troppo vicina e poi qs we avrei gia' un impegno a Torino.
Post by Andrea Zuech
- quanto puoi spendere?
eccoci qua. La solita nota dolente. So che si possono arrivare a spendere
anche migliaia di euri, per le mie esigenze direi troppo. Pero', dal momento
che il pc lo uso per lavoro, sono disposto a valutare soluzioni anche
costosette (non so 500-1000 euro).
Post by Andrea Zuech
Se la potenza attuale ti basta e vuoi spendere poco, sostituisci solo la
scheda madre: con circa 50 euro la ordini nuova nel tuo negozio di
fiducia, con poco meno la compri usata in una fiera (considera 25 euro
di scheda, 5-10 di biglietto di ingresso e il carburante necesario).
Per il tuo pc attuale l'alimentatore va bene e potresti inserire la ram
da 512 MB inutilizzata nella nuova scheda.
Se vuoi un nuovo pc, devi considerare almeno scheda madre (70 euro), cpu
economica (60) e due moduli di ram (50-60): sfiori i 200 euro,
mantenendo case, alimentatore, hard disk e lettore. IMHO non conviene.
Andrea
Grazie di tutte le dritte che mi hai dato finora, e delle eventuali che vorrai
darmi.
Mirko.
Andrea Zuech
2007-11-23 21:40:25 UTC
Permalink
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Il mio vecchio hda (maxtor 40GB) supporta SMART ma "logging features is not
supported" e quindi, non avendo capito come vedere il risultato di smartctl,
- short test: PASSED;
- long test: PASSED;
Gli hard disk Maxtor prodotti dal 2000 fino all'acquisizione da parte di
Seagate (circa 1 anno fa) hanno svariati problemi di affidabilita' a
causa di difetti di progettazione: i modelli 540X, DX541 e le serie
DiamondMax 8 e 9 hanno una elettronica che tende a surriscaldarsi, il
firmware puo' corrompersi e, nei casi peggiori, il chip controller
brucia. Inoltre le vibrazioni del motore dei piatti aumentano col tempo
e, sopratutto, con i cicli di accensione e spegnimento: la testina
fatica a leggere i dati, alla fine diventa impossibile farlo.
Comunque, non fasciarti la testa prima di esserti fatto male: per ora
funziona, esegui periodicamente dei backup. Inoltre, come scrivi in
seguito, hai ben 6 hard disk pata: i ricambi non ti mancano ;-)

[...]
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
E invece sono quasi sicuro che anche lui mi da qualche problema. Infatti ieri
sera ho rimontato il vecchio rumoroso alimentatore e ho fatto partire
memtest86+: bene, ha girato per ore (~6-7) facendo 7 cicli completi di test
senza dare alcun errore, da cui anche la mia ram non dovrebbe avere problemi.
Con il nuovo alimentatore invece memtest86+ si era bloccato dando una caterva
di errori! e anche quando entro nel monitoring hardware del bios con il nuovo
alimentatore ho un blocco, con il vecchio invece va tutto liscio.
Controlla l'etichetta dell'alimentatore secondo le istruzioni del sito
Elma.it [1]: quanto vale la potenza combinata (la somma delle correnti
erogate per le relative tensioni)?
Ha solo una generica omologazione CE o anche i marchi delle
certificazioni degli istituti nazionali: per esempio, IMQ (Italia), TUV
(Germania: ha un simbolo e il numero della pratica, altrimenti e'
contaffatto), Nemko (Norvegia, una N cerchiata), FCC (USA: test sulle
emissioni elettromagnetiche), Underwriters Labs (il TUV statunitense: UL
circondato da un cerchio o una RU specchiata con il numero della
pratica) ed altri [2].

Se la potenza combinata e' bassa, come il 60-70% di quella di picco
(circa 300-350 W su 500), e mancano (o sono falsi) i loghi delle
certificazioni, spesso l'alimentatore e' un prodotto scadente, nei casi
peggiori pericoloso [3]. Non conviene utilizzarlo.

[...]
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Post by Andrea Zuech
- il tuo pc e' sufficiente per i tuoi scopi?
- caratteristiche hw insufficienti per installare vmware (uso autocad, elenco
prezzi PAT -primus non lo ho mai provato sul portatile con vmware, ci vuole
la chiave hw- e una serie di programmi per win tipo dizionari);
- il k7226 pro 2 non ha l'hardware virtulization support: mi piacerebbe avere
diverse macchine (con unico hw) e iniziare a fare 1 firewall (potrei anche
riciclare il mio attuale pc con una distro live dato che knopils pare
funzionare correttamente), 1 file server con un sistema di backup dei dati un
po' piu' serio di quello manuale che sto utilizzando adesso, 1 web-mail
server, 1 terminal server (per provare), 1 application server (sempre per
prova), avere qualche macchina virtuale a disposizione per iniziare a
scrivere un programma di simulazione -molto pesante computazionalmente- (e'
un progetto che ho li' fermo da quando mi sono laureato) scritto per
funzionare in sistemi tipo beowolf (meglio) o grid e poterlo testare senza
avere troppo hw.
La virtualizzazione e' utile se:
- hai un server potente su cui vuoi far girare dei servizi in macchine
virtuali "indipendenti" anziche' su pc distinti: una macchina per il
server web, l'altra per la posta, ecc;
- devi eseguire programmi che funzionano solo in un certo sistema
operativo ma non vuoi installare quest ultimo per vari motivi (non vuoi
partizionare, e' scomodo riavviare il pc per accedere all'altro sistema
operativo, ecc).

Non confondere i due aspetti: non e' saggio comprare un unico pc per
farlo diventare contemporaneamente workstation, firewall, application
server e chi piu' ne ha, piu' ne metta.
Rischieresti di perdere ore di lavoro perche', ad esempio, il firewall
e' sotto attacco, il server e' sovraccarico o un bug ignoto ha crashato
all'improvviso l'hypervisor delle macchine virtuali (e' un software pure
lui, con tutti i suoi bug).
Non credere alla virtualizzazione facile propagandata da una rivista
italiana di informatica: una cosa e' l'appliance per la navigazione
"sicura" sul web, un'altra e' la costruzione di un server solido e
operativo.

Dai programmi elencati deduco che sei nel ramo della progettazione
edilizia (ingegnere civile o architetto, ma propendo per l'ingegnere):
sii obiettivo.
Usi Autocad: 2D o 3D?
Prevedi l'uso a breve e medio termine (fino a 12-18 mesi) di programmi
di modellazione strutturale o di rendering architettonico fotorealistico?
Vorresti utilizzare il pc per attivita' impegnative e non strettamente
lavorative (es. videoediting, modellazione 3D, calcolo scientifico,
videogiochi recenti ecc.)?

I consigli sull'hardware dipendono dalle risposte a queste domande.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Certo finora ho fatto senza ma... dato che il mio pc ha iniziato a fare le
bizze...
In proposito si accettano di buon grado indicazioni sull'eventuale hw ecc...
(mi piacerebbe comunque poter utilizzare i miei hd PATA, dato che ne ho 6).
Curiosita': non ho mai capito cosa sono le architetture diverse dai mac e x86
e x86_64 tipo alpha, arm, sparc ecc..., cosa hanno di diverso dagli x86, se
funzionano meglio/peggio, dove si possono vedere o acquistare, se conviene
prenderli in considerazione o meno.
Risposta breve:
Autocad e la maggioranza degli applicativi che utilizzi e' compilata per
Windows (talvolta anche per MacOS) e gira sui processori x86 e x86-64;
in passato, anche sui powerpc. Non hai scelta: con la progressiva
esclusione dell'x86 dal mercato dei pc per il raggiungimento dei limiti
dell'architettura, resta solo l'x86-64

Risposta (molto) lunga:
L'architettura di un processore e' l'insieme di istruzioni (comandi in
linguaggio macchina) che e' in grado di eseguire.
Vi sono due grandi famiglie: quella CISC (Complex Instruction Set
Computer), che preferisce integrare nel processore un numero elevato di
istruzioni per privilegiarne la versatilita', e quella RISC (Reduced
Instruction Set Computer), che integra solo le istruzioni considerate
essenziali e delega al compilatore il compito di ottimizzare al meglio
il software.
La prima e' la piu' antica: l'integrazione di piu' istruzioni permette
la scrittura di programmi compatti e la ridotta dimensione era molto
apprezzata quando i computer avevano "ben" 2-4 KB di ram; per contro, la
progettazione della cpu e' molto complessa ed e' difficile scrivere
compilatori che ottimizzino molto il codice.
I RISC nascono quasi tutti nei primi anni '80: sono apparsi da poco i
microprocessori, un mainframe puo' permettersi qualche decina (talvolta
un centinaio) di MB di memoria, il rapporto prezzo/performance e' in
rapido calo e, per contro, la velocita' di esecuzione di un processore
cresce maggiormente della velocita' della ram, che sta diventando il
collo di bottiglia. Inoltre, la complessita' dei processori mostra i
suoi lati negativi: molte istruzioni usate raramente richiedono sforzi
notevoli di progettazione, mentre i programmatori dei compilatori non
riescono ad ottimizzare (rendere veloci e parche di risorse) tutte
queste istruzioni; e' come un'automobile su cui si installano motori
sempre piu' potenti, la velocita' massima e' limitata dalle ruote
(quindi non incrementa in modo significativo) e, al contrario, consuma
sempre piu' benzina.
IBM tenta un progetto simile con l'801 del 1975: anni dopo riunisce le
idee in un processore dalle basse performance ed il computer che lo
impiega, l'RT/PC, e' un flop. Nel frattempo, le universita' di Berkeley
e Stanford studiano contemporaneamente l'architettura RISC, la prima
puntando sull'uso aggressivo dei registri della cpu e sulla
parallelizzazione delle istruzioni, la seconda sul riempire il piu'
possibile la lista delle istruzioni (pipeline) della cpu con i dati da
elaborare: nel 1985 escono i Sun Sparc (basati sul prototipo RISC-II di
Berkeley) e nell'86 i MITS da Stanford.
Il resto e' semplice: tutti gli altri seguono a ruota. La brittanica
Acorn inventa gli Arm, IBM lancia i POWER e AMD la serie 29000; Motorola
e Intel producono rispettivamente le serie 88000 e i860, ma lo scarso
successo induce la prima ad unirsi ad IBM e ad Apple nella coproduzione
dei PowerPC e la seconda a migliorare i propri x86.
A partire dai Pentium, Intel riconosce le difficolta' dell'evoluzione di
un'architettura esclusivamente CISC e trasforma i propri processori in
un ibrido fra le due architeture: sono formalmente CISC perche'
accettano tutte le istruzioni di quest'ultima, ma convertono le piu'
impegnative in una serie di micro-istruzioni (micro-ops) da eseguire in
serie come i RISC. AMD e le altre aziende progettanti processori
compatibili x86 hanno fatto lo stesso.

- x86 e' l'architettura CISC creata da Intel quasi 30 anni fa, con la
comparsa nel 1978 dell'8086 a 16 bit e la sua evoluzione a 32 bit, l'
80386 del 1986; x86-64 e' l'estensione a 64 bit dell'architettura x86,
proposta da AMD nel 2003 e adottata dagli altri. Sono i processori
utilizzati nei computer compatibili col vecchio IBM PC, lo standard di
fatto per il mercato dei microcomputer: per questo li chiamiamo ancora
Personal Computer. Esistono decine di sistemi operativi (Windows, Linux,
BSD, Solaris, ...) e innumerevoli software applicativi. La sua
diffusione e la sua economicita' lo hanno reso concorrente delle altre
architetture in molti ambiti, compreso il calcolo su grande scala;

- POWER e' l'architettura RISC creata da IBM per l'impiego nei propri
mainframe ad alte prestazioni; e' stata utilizzata da Apple, nella
variante PowerPC, per i suoi Mac dai primi anni '90 fino al 2005, da IBM
per gran parte dei propri server e recentemente da Sony per la PS3
(variante Cell). E' utilizzata in ambito scientifico e militare nei
supercomputer per compiti elaborativi di particolare complessita'; la
variante PowerPC e' ritenuta superiore per alcuni aspetti all'x86, ma
non si e' mai imposta nel mondo dei microcomputer;

- Alpha: nata nel 1992 e sepolta nel 2006, e' stata l'ultima
architettura della Digital Equipment Corporation, acquistata nel '98
dalla Compaq e parte della HP dal 2001. Negli anni '90 erano apprezzati
processori RISC a 64 bit, impiegati in server per calcoli scientifici e
anche in workstation personali: il motore di ricerca Altavista era nato
come una dimostrazione delle loro potenzialita'. Molti i sistemi
operativi: VMS della Digital, Tru64 Unix, i *BSD, Linux; Microsoft fece
il porting di Windows NT 4 e progetto' quello di Windows 2000. Secondo
una analisi storica [4], l'Alpha non fu sufficientemente valorizzata
dalla Dec ne' dalle aziende che la rilevarono;

- Arm: originariamente acronimo di Acorn RISC Machine, poi Advanced RISC
Machine, e' una architettura RISC nata nel 1983 e progettata sia per
l'esecuzione efficiente del codice sia per il minimo consumo energetico.
Col tempo ha generato varie famiglie di processori derivati, per lo piu'
a 32 bit, impiegati in gran parte della cosidetta elettronica di consumo
(elettrodomestici, audio/video, palmari, ecc), in ambito industriale
(controllo di macchinari e sistemi, reti di comunicazione) e come
processori dedicati nelle periferiche dei computer (hard disk, lettori,
stampanti, networking, ...). La Acorn utilizzo' i suoi processori per
una serie di computer dall'83 al '98, con il proprio sistema RISC/OS ed
una discreta diffusione soprattutto in UK; per problemi finanziari, nel
'90 l'azienda separo' la divisione dei processori (ora Arm ltd) da
quella dei computer, e quest'ultima, dopo varie acquisizioni, non
sopravvisse;

- Sparc: sigla di Scalable Processor ARChitecture, processori RISC a 32
e 64 bit prodotti dalla Sun a partire dal 1985 per le proprie
workstation e, successivamente, server. E' pensata per il calcolo
distribuito su grande scala. In passato, Sun era sinonimo di workstation
unix, dedicata al networking e alla sua amministrazione;
progressivamente, l'azienda ha ingrandito il raggio di azione alla
vedita di servizi Internet-oriented e allo sviluppo di Java. Inoltre,
oggi vende computer basati sia su processori x86-64, su cui girano tutti
gli os disponibili per tale architettura, sia sui propri ultraSparc, su
cui girano Solaris, Linux, i *BSD.

Esistono altre architetture, come i MIPS, i Motorola 68K, i Mos;
esistono quelle che hanno dei costi elevati e degli impieghi molto
settorializzati (es IA64, HP PA-RISC), infine quelle che non hanno avuto
il successo sperato o che anticipavano troppo i tempi (per dirne una, il
Transputer).
Poiche' i prezzi del nuovo superano di molto il costo di un normale pc
(e anche il budget di un appassionato), l'usato puo' essere una (se non
l'unica) strada percoribile. Se sei interessato ad una architettura in
particolare, cerca il newsgroup o il forum dedicato e chiedi
informazioni: senza una guida rischi di comprare al buio e di non sapere
come configurare il computer. Ad esempio, puoi trovare delle workstation
Sun Ultra 5 o 10 per 100 euro (a volte meno, dipende dalla dotazione)
dagli stockisti di hardware usato, ma sono inservibili senza la loro
tastiera e il mouse (connettori proprietari); inoltre, trovare un
ricambio come un hard disk scsi puo' costarti caro in termini economici
e in tempo impiegato.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Post by Andrea Zuech
- sei disposto a visitare una fiera dell'elettronica?
una volta deciso quale hw voglio, dato che mi sembra di capire che si possono
risparmiare un bel po' di euri, si'. La fiera di Pd di qs we mi sembra
tuttavia un po' troppo vicina e poi qs we avrei gia' un impegno a Torino.
Attento: la fiera conviene spesso per l'usato, dipende per il nuovo.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
Post by Andrea Zuech
- quanto puoi spendere?
eccoci qua. La solita nota dolente. So che si possono arrivare a spendere
anche migliaia di euri, per le mie esigenze direi troppo. Pero', dal momento
che il pc lo uso per lavoro, sono disposto a valutare soluzioni anche
costosette (non so 500-1000 euro).
Dopo aver risposto alle domande sopra, valuta bene il budget
disponibile: escludendo il monitor, un pc da 500 euro e' economico, uno
da 1000 e' gia' valido.


Andrea

[1] http://www.elma.it/FAQ/aletic.htm
[2] http://www.elma.it/FAQ/certlogo.htm
[3] http://www.elma.it/TESTO/alitest/verybad1.htm
[4] http://www.alasir.com/articles/alpha_history/index.html
krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
2007-11-26 15:03:57 UTC
Permalink
On Friday 23 November 2007 21:40, Andrea Zuech wrote:
[...]
Post by Andrea Zuech
Gli hard disk Maxtor prodotti dal 2000 fino all'acquisizione da parte di
Seagate (circa 1 anno fa) hanno svariati problemi di affidabilita' a
causa di difetti di progettazione: i modelli 540X, DX541 e le serie
DiamondMax 8 e 9 hanno una elettronica che tende a surriscaldarsi, il
firmware puo' corrompersi e, nei casi peggiori, il chip controller
brucia. Inoltre le vibrazioni del motore dei piatti aumentano col tempo
e, sopratutto, con i cicli di accensione e spegnimento: la testina
fatica a leggere i dati, alla fine diventa impossibile farlo.
Comunque, non fasciarti la testa prima di esserti fatto male: per ora
funziona, esegui periodicamente dei backup. Inoltre, come scrivi in
seguito, hai ben 6 hard disk pata: i ricambi non ti mancano ;-)
Pensa te, sono sempre stato convinto che fossero dei buoni prodotti (cmq per
il momento funzionano).
Post by Andrea Zuech
[...]
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
E invece sono quasi sicuro che anche lui mi da qualche problema. Infatti
ieri sera ho rimontato il vecchio rumoroso alimentatore e ho fatto
partire memtest86+: bene, ha girato per ore (~6-7) facendo 7 cicli
completi di test senza dare alcun errore, da cui anche la mia ram non
dovrebbe avere problemi. Con il nuovo alimentatore invece memtest86+ si
era bloccato dando una caterva di errori! e anche quando entro nel
monitoring hardware del bios con il nuovo alimentatore ho un blocco, con
il vecchio invece va tutto liscio.
Controlla l'etichetta dell'alimentatore secondo le istruzioni del sito
Elma.it [1]: quanto vale la potenza combinata (la somma delle correnti
erogate per le relative tensioni)?
Ha solo una generica omologazione CE o anche i marchi delle
certificazioni degli istituti nazionali: per esempio, IMQ (Italia), TUV
(Germania: ha un simbolo e il numero della pratica, altrimenti e'
contaffatto), Nemko (Norvegia, una N cerchiata), FCC (USA: test sulle
emissioni elettromagnetiche), Underwriters Labs (il TUV statunitense: UL
circondato da un cerchio o una RU specchiata con il numero della
pratica) ed altri [2].
guardando meglio il modello e' un mode com feel II 550W ATX 12V 2.2 compatible
(ITP 500W ATX SATA+PCIEX e' la sigla che era riportata in fattura).
potenza combinata: 470 W.
marchi CE e PFC e sul sito del produttore c'e' un pdf con la dichiarazione di
conformita' ad un elenco di norme en. Non vedo altri marchi di certificazione
(tranne RoHS che riguarda pero', da quanto ho capito, la fase di smaltimento
del prodotto).
Post by Andrea Zuech
[...]
- hai un server potente su cui vuoi far girare dei servizi in macchine
virtuali "indipendenti" anziche' su pc distinti: una macchina per il
server web, l'altra per la posta, ecc;
- devi eseguire programmi che funzionano solo in un certo sistema
operativo ma non vuoi installare quest ultimo per vari motivi (non vuoi
partizionare, e' scomodo riavviare il pc per accedere all'altro sistema
operativo, ecc).
- la seconda sicuramente ma volevo "giocare" anche con la prima.
Post by Andrea Zuech
Non confondere i due aspetti: non e' saggio comprare un unico pc per
farlo diventare contemporaneamente workstation, firewall, application
server e chi piu' ne ha, piu' ne metta.
Rischieresti di perdere ore di lavoro perche', ad esempio, il firewall
e' sotto attacco, il server e' sovraccarico o un bug ignoto ha crashato
all'improvviso l'hypervisor delle macchine virtuali (e' un software pure
lui, con tutti i suoi bug).
uso personale:
- firewall sotto attacco => stacco la connessione, e poi meglio il firewall
sotto attacco e me ne accorgo che altro e non me ne accorgo, certo bisogna
comunque sapere come fare per accorgersene ma conto di imparare a farlo (con
un po' di calma)
- server sovraccarico non penso possa accadere, per il momento;
- i bug sono i bug... che dire;
Post by Andrea Zuech
Non credere alla virtualizzazione facile propagandata da una rivista
italiana di informatica: una cosa e' l'appliance per la navigazione
"sicura" sul web, un'altra e' la costruzione di un server solido e
operativo.
ok
Post by Andrea Zuech
Dai programmi elencati deduco che sei nel ramo della progettazione
sii obiettivo.
Usi Autocad: 2D o 3D?
Prevedi l'uso a breve e medio termine (fino a 12-18 mesi) di programmi
di modellazione strutturale o di rendering architettonico fotorealistico?
Vorresti utilizzare il pc per attivita' impegnative e non strettamente
lavorative (es. videoediting, modellazione 3D, calcolo scientifico,
videogiochi recenti ecc.)?
I consigli sull'hardware dipendono dalle risposte a queste domande.
- autocad 3D: si;
- modellazione strutturale: si;
- rendering: si, limitato;
- rendering architettonico fotorealistico: no;
- videoediting: no;
- modellazione 3D: se intendi animazione 3D no;
- calcolo scientifico: si;
- videogiochi: ne vecchi ne recenti (se inizio sono perduto: mi piacciono
troppo; e quindi non inizio).
Post by Andrea Zuech
[...]
Mirko.
Andrea Zuech
2007-11-27 18:47:57 UTC
Permalink
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
[...]
guardando meglio il modello e' un mode com feel II 550W ATX 12V 2.2 compatible
(ITP 500W ATX SATA+PCIEX e' la sigla che era riportata in fattura).
potenza combinata: 470 W.
marchi CE e PFC e sul sito del produttore c'e' un pdf con la dichiarazione di
conformita' ad un elenco di norme en. Non vedo altri marchi di certificazione
(tranne RoHS che riguarda pero', da quanto ho capito, la fase di smaltimento
del prodotto).
Ho trovato il sito [1]: e' un produttore coreano, la sede europea e' in
Polonia. Non compare un Feel II 550 W, ma solo il 500.

Sulla carta, l'alimentatore sembra un prodotto di media fattura: Pfc
passivo, due linee a 12 v e una nutrita serie di connettori.
Nota che il MTBF e' misurato a 25 °C [2]: probabilmente anche la potenza
massima dichiarata e' rilevata a questa temperatura.
Negli alimentatori, l'erogazione diminuisce con l'aumentare della
temperatura dell'aria che vi entra, perche' questa smaltisce sempre meno
il calore prodotto nella conversione della corrente. Se si arriva ad una
temperatura critica (sui 70-75 C), i componenti non possono dissipare e
non erogano affatto [3].
Una temperatura operativa plausibile e' circa 35-40 °C (controlla con la
mano la temperatura dell'aria in uscita, ti sembrera' tiepida):
dichiarare la potenza ad un temperatura inferiore sgnifica falsare i
risultati, come rilevare l'accelerazione di un automobile in una discesa
con pendenza del 10%.
Inoltre, le tensioni in uscita di picco [4] sono di 15 e 17 ampere su 12
volt: ben 384 VA. Questo potrebbe essere vero se le due linee
dipendessero da due traformatiori e regolatori di tensione differenti:
purtroppo, questa e' una soluzione tecnica abbastanza costosa, presente
in alcuni alimentatori dedicati ai videogicatori incalliti e con prezzi
variabili fra i 100 e 200 euro. E' probabile che il regolatore sia unico
e che le linee siano suddivise a valle della conversione.
Aggiungi il rispetto della norma EN 60950 [5], che limita l'uscita a 250
VA per sicurezza, e i dati dichiarati si ridimensionano ad un piu'
realistico 18-20 A ripartiti sulle due linee.

Tirando le somme, forse il problema e' proprio questo: a dispetto dei
dati di targa piu' elevati, il nuovo alimentatore puo' erogare meno
corrente del vecchio, rendendo instabile un sistema gia' precario
(condensatori della scheda madre guasti). Se l'alimentatore da 350 W e'
originale (del 2001, immagino), questo era un prodotto potente per gli
standard dell'epoca.
L'alimentatore da 500 w funziona, e realisticamente potresti usarlo per
un Pentium 2 o 3: purtroppo l'Athlon richiede maggiore potenza.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
[...]
- firewall sotto attacco => stacco la connessione, e poi meglio il firewall
sotto attacco e me ne accorgo che altro e non me ne accorgo, certo bisogna
comunque sapere come fare per accorgersene ma conto di imparare a farlo (con
un po' di calma)
- server sovraccarico non penso possa accadere, per il momento;
- i bug sono i bug... che dire;
Meglio separare il computer "da lavoro" dall'eventuale server.
Post by krik-tuXb/Z829FWGzLJY+
- autocad 3D: si;
- modellazione strutturale: si;
- rendering: si, limitato;
- rendering architettonico fotorealistico: no;
- videoediting: no;
- modellazione 3D: se intendi animazione 3D no;
- calcolo scientifico: si;
- videogiochi: ne vecchi ne recenti (se inizio sono perduto: mi piacciono
troppo; e quindi non inizio).
Ok, posso dare qualche suggerimento su un nuovo pc fisso, che possa
essere valido per almeno un paio di anni ed espandibile in futuro, con
due punti fermi: solo il computer (niente schermo) e budget massimo di
1000 euro ivati.

- processore dual core: i monocore stanno scomparendo, relegati alla
fascia economica, e i quad sono abbastanza cari. CPU di fascia media
possono essere l'Athlon 64 X2 5600+ (140 euro) o l'Intel Core 2 Duo
E6720 (200).
L'Athlon e' valido e a breve AMD rilascera' la sua evoluzione, di poco
piu' potente, quindi e' ragionevole aspettarsi un calo dei listini: fra
quelli piu' performanti puoi scegliere i modelli con frequenza reale
multipla di 400 MHz (cosi' l'accesso alla memoria e' sincrono) e,
possibilmente, con 1 MB di cache; per gli Intel, punta sulla serie E6000
con 4 Mb di cache, perche' gli altri hanno la cache dimezzata e, in
aggiunta, la serie E4000 non ha il supporta hardware alla
virtualizzazione (limitazioni commericali);

- scheda madre: senza strafare, alcuni prodotti interessanti sui 120-140
euro possono essere la Asus P5KR e la Gigabyte P35DS3R per processori
Intel; nel mondo AMD i prossimi processori, pur restando compatibili con
le schede madri attuali, saranno accompagnati da nuovi chipset che, per
ora, sono disponibili solo sulle motherbard piu' costose (> 160 euro). A
causa del rinnovo, per cifre relativamente basse (circa 80 euro) si
possono trovare buoni prodotti che non hanno nulla da invidiare alle
schede per processori intel, per esempio la MSI K9AG Neo-F e la Asus
M2N-SLI;

- memoria: inizia ora la transizione fra lo standard ddr2 e il
successore ddr3, con le prime economiche e affidabili ma in futura
estinzione, quindi meglio dotare da subito il pc di un giusto
quantitativo di memoria per evitare futuri upgrade. Le schede madri che
ho elencato montano memorie ddr2, e visti i prezzi (30-35 euro / GB per
DDR 6400 value di marca, non scegliere ram da videogiocatore), puoi
installare minimo 2, meglio 4 GB. Ricorda soltanto che non riuscirai a
sfruttare piu' di 3 GB con i sistemi operativi a 32 bit, mentre quelli a
64 riconosceranno tutta la memoria disponibile;

- scheda grafica: un modello di fascia media, con chip Ati x2600XT o
nVidia 8600GT, costa sui 120 euro ed e' utile per accelerare Autocad 3D;
per prestazioni migliori esistono le schede acceleratrici OpenGL, le Ati
FireGL e nVidia Quadro, basate su varianti (minime) dei chip nominati:
il loro punto di forza sono i driver, ottimizzati per i programmi
professionali e in grado di raddoppiarne le prestazioni a parita' di
hardware, ed il loro prezzo e' abbastanza salato, decisamente fuori
budget. Per quanto riguarda linux, attualmente nVidia offre un driver
proprietario superiore a quello Ati; quest ultima ha promesso di
migliorarlo, aspetto i commenti dei possessori di schede Ati per sapere
se la promessa e' stata mantenuta;

- hard disk: un 500 GB a 7200 giri costa circa 100-110 euro, come marche
hai l'imbarazzo della scelta (si, anche Maxtor perche' i suoi attuali
prodotti sono Seagate rimarchiati); se lo spazio ti sembra abbondante e
preferiresti qualcosa con maggiore velocita' a scapito dei consumi e del
rumore, hai due strade: comprare un Western Digital Raptor oppure, se lo
consente la scheda madre, comprare piu' hard disk identici per formare
un RAID. Entrambe le soluzioni sforano (di poco) il budget preventivato:
la prima costa cara, la seconda dipende dalla scheda madre: il
controller RAID integrato e' formato da una parte hardware (supporto nel
chipset e nel bios) e da una software (driver). I calcoli per la
ripartizione dei dati sugli hard disk non sono eseguiti da un costoso
processore dedicato, presente nei controller raid "veri" da 200 e piu'
euro, ma dal driver che, quindi, grava sulla cpu del sistema; aggiungi
il fatto che le prestazioni decadono vertiginosamente in caso di guasto
ad uno degli hard disk e che hanno effetti collaterali non veniali (es
talvolta, mancato riconoscimento del raid all'avvio del pc) ed ottieni
il soprannome "fake raid", raid fasulli. Ultimo, ma non per importanza,
non tutti i produttori hanno driver per linux o hanno rilasciato le
specifiche per farli: questo potrebbe obbligarti a lasciare un hard disk
fuori dal raid solo per installarci linux;

- lettore: i masterizzatori dvd costano 30-40 euro, la scelta e' giudata
piu' da ragioni estetiche (la mascherina si intona col colore del case)
che pratiche;

- case: esistono accoppiate tutto-incluso di case e alimentatore a 40
euro o meno. Sono buone se hai una assicurazione sulla casa e vuoi
provare l'ebrezza di un corto circuito ;-)
Nello specifico, puoi prendere un case non troppo economico (tamburella
con le dita sulla lamiera: se risuona come una grancassa, l'hanno
assottigliata un po' troppo) e usare l'alimentatore in dotazione come
fermaporta oppure qualcosa di buono per 60-70 euro, come l'Enermax
Chakra. Alimentatore a parte, vedi sotto;

- alimentatore: non risparmiare troppo. Per evitare di acquistare un
prodotto simile a quello che possiedi o, al contrario, eccessivamente
potente e costoso, puoi cercare i Fortron FSP (buoni ma di difficile
reperibilita', a partire da circa 50 euro) oppure un valido Corsair VX
450, reperibile sui 70-75 euro. Non spendere piu' di 100 euro per cavi
removibili, ventole fosforescenti o potenze minacciose per la bolletta
elettrica: non ne vale la pena;

- tastiera e mouse: scegli dei prodotti ergonomici, del marchio che
preferisci (mi giunge voce che i mouse Microsoft siano molto migliori
dei loro sistemi operativi: davvero?); se non ami le tastiere dei
portatili, evita quelle dallo spessore ridotto;

- licenza di Windows: se puoi riutilizzare quella in tuo possesso, sono
circa 125 euro risparmiati; nel caso contrario, questo e' il prezzo di
XP Professional (se riesci a reperirlo) o Vista Businnes OEM. La
versione a 64 bit costa 5 euro in piu': acquistala solo se sei
assolutamente sicuro che i software in tuo possesso funzionino sotto
Windows a 64 bit. Ripeto: assolutamente sicuro, a costo di spulciare il
sito dell'azienda o telefonarci.

Andrea

[1] http://www.modecom.eu/
[2] http://www.modecom.eu/product.php?id=422&pageNr=
[3] http://www.silentpcreview.com/article28-page3.html , meta' pagina
[4]
http://www.modecom.pl/upload/doc/instructions/2/136_en_power_supplies_connectors.pdf
[5] http://www.elettronet.it/documenti/allegati/it_cei_EN60950.pdf ,
paragrafi 2.4 "Circuiti a corrente limitata" e 2.5 "Sorgenti a potenza
limitata"
--
Per iscriversi (o disiscriversi), basta spedire un messaggio con OGGETTO
"subscribe" (o "unsubscribe") a mailto:linuxtrent-request-***@public.gmane.org
Continue reading on narkive:
Loading...